Archivi tag: movimento nonviolento

Servizio Civile al Movimento Nonviolento – sede di Verona

E’ uscito il Bando di Servizio Civile Nazionale 2016
Possibilità di presentare candidature al Movimento Nonviolento presso la sede di VERONA!

E’ stato pubblicato sul sito www.serviziocivile.gov.it  il Bando di Servizio civile nazionale per la selezione di n. 35.203 volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile Nazionale in Italia e all’estero.

APPROVATO IL PROGETTO “UN’ALTRA DIFESA E’ POSSIBILE”, MOVIMENTO NONVIOLENTO – sede di Verona,  per info sul bando specifico – vedi il bando del Veneto

Possono partecipare tutti i giovani e le giovani che abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età alla data di presentazione della domanda (tutti requisiti si trovano sul bando)

LA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE VA PRESENTATA ENTRO E NON OLTRE  l’8 luglio 2016 alle ore 14.00
utilizzando l’allegato n. 2 e l’allegato n. 3 del bando, corredati da documento di identità personale

E’ POSSIBILE PRESENTARE DOMANDA DI PARTECIPAZIONE PER UN SOLO PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE!!!
La presentazione di più domande comporta l’esclusione!

INFO SUL PROGETTO DEL MOVIMENTO NONVIOLENTO A VERONA

Titolo del progetto: UN’ALTRA DIFESA E’ POSSIBILE
numero volontari: 3
sede di realizzazione: CASA PER LA NONVIOLENZA – Via Spagna 8, 37123 Verona

dove e come presentare la domanda:
- consegnare a mano:
presso la Casa per la nonviolenza, in via Spagna, 8 Verona
dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00  e dalle ore 15.00 alle ore 19.00
si consiglia prima di telefonare al 045.8009803

– spedire a mezzo “raccomandata A/R”,
all’indirizzo Casa per la nonviolenza – via Spagna 8, 37123 Verona

– con Posta Elettronica Certificata (PEC)
all’indirizzo  movimentononviolento@pec.it
(è possibile solo se il candidato invia la domanda da un suo indirizzo Pec personale, non è possibile spedirla da un normale indirizzo di posta elettronica)

Scarica la sintesi del PROGETTO!

Per maggiori informazioni:
Casa per la nonviolenza – via Spagna 8  37123 Verona
Tel. 045.8009803
e-mail: serviziocivile@nonviolenti.org
Fb: Casa per la nonviolenza

Il Movimento Nonviolento è in lutto. Si è spento a Firenze Pietro Pinna

Pietro Pinna, ricordato come il primo obiettore di coscienza “politico” italiano, ha speso la sua vita per la costruzione della nonviolenza organizzata nel nostro Paese.
Dopo gli anni di carcere militare a cui fu sottoposto per il suo rifiuto del servizio militare obbligatorio, si impegnò attivamente per il riconoscimento dell’obiezione di coscienza.
Dopo la prima Marcia Perugia-Assisi divenne il più stretto collaboratote di Aldo Capitini, con il quale fondò nel 1962 il Movimento Nonviolento, assumendone la guida, e nel 1964 la rivista Azione nonviolenta, della quale è stato fino ad oggi direttore responsabile.
Pietro Pinna – Piero, per tutti – ha avuto sempre chiaro che non si può sconfiggere la guerra senza eliminarne lo strumento che la rende possibile, gli eserciti.
E in questo impegno per la nonviolenza specifica – fatto di disobbedienze civili, marce antimilitariste, azioni dirette nonviolente per il disarmo unilaterale – ha speso ogni momento del la sua esistenza, coerente e rigoroso soprattutto con se stesso, sempre aperto all’incontro con l’ altro nella tensione e familiarità della ricerca della verità.
Oggi, i giovani, che tanto a cuore stavano a Piero, che si affacciano all’esperienza del servizio civile, sanno – o dovrebbero sapere – che la loro esperienza di difesa civile non armata e nonviolenta è possibile soprattutto grazie all’impegno di una vita di Pietro Pinna.

Ciao Piero.

Il Movimento Nonviolento